Foto recenti
75936_430622270414003_5056892254689635573_n 1907668_655017117916019_1117833586737965569_n

PostHeaderIcon Miscela – come si fa

La prima cosa da ricordare quando si entra in possesso di una Vespa, è che tutti i modelli classici (fino al PX e l’ET2, per intenderci) hanno il motore a 2 tempi, quindi funzionano con una miscela di benzina e olio che serve a lubrificare il gruppo cilindro/pistone ed i cuscinetti dell’albero motore .

Alcuni modelli di Rally 200, di PX e l’ET2 hanno il miscelatore, quindi “si preparano la miscela da sole”, ma in tutti gli altri casi, mettere semplice benzina nel serbatoio significa rovinare il motore, grippare e magari anche cadere per il bloccaggio improvviso…

Le prime Vespe erano alimentate da miscela al 5 %, solo nel 1960, con la serie VNB, è stata adottata su quasi tutti i modelli la famosa miscela al 2% (Warning: la SS180 e la GS160, pur essendo post 1960 usano miscela al 5%). Una percentuale bassissima di olio resa possibile grazie all’immissione nel carter della miscela, che garantisce un’ottimale lubrificazione, bassa fumosità e inquinamento irrisorio.

C’è però da tenere presente che allora non era distribuita la benzina “verde”, ma una benzina “normale” contenente una minima parte di piombo tetraetile, che migliorava la scorrevolezza delle parti. Sarebbe quindi buona norma, per sopperire a questa mancanza, aumentare la percentuale di 0,5 – 1 punto, facendo ad esempio miscela al 2,5 – 3 %.

Purtroppo dal 2000 circa, sono spariti tutti i distributori di miscela, quindi l’ unica possibilità è prepararcela da soli.

Per preparare la miscela, non occorre molto, solo una tanichetta di olio per miscela, possibilmente di tipo sintetico, che è migliore e produce meno fumo, (ma anche l’olio minerale va bene, specialmente se la Vespa non è elaborata) e un misurino graduato per miscela. Se ne trovano vari tipi presso i negozi di ricambi moto, io consiglio quello a bicchierino con segnato il livello dell’olio da mettere nel serbatoio corrispondente ai litri di benzina rifornita. La Polini produce un flacone graduato, molto scomodo, ma allo stesso tempo utile come contenitore per l’olio, se non si ha lo spazio per la tanichetta da un litro.

Sarebbe preferibile versare prima l’olio nel serbatoio, quindi la benzina, che con il suo getto provvede a scioglierlo e miscelarlo. E’ difficile comunque sapere a priori quanta benzina si farà, a meno che non si sia abituati ad esempio a fare il pieno quando si è in riserva, e considerare 5 litri scarsi. Negli altri casi, una volta letto sulla pompa la quantità di benzina e preparato il misurino con l’olio, versatelo nel serbatoio, poi scuotete un po’ la Vespa per mescolarlo.

Per dare un ordine di idee:

  • miscela al 2%: ogni litro di benzina, bisogna aggiungere 20 centilitri (cl) di olio, quindi per 5 lt di benzina  bisogna aggiungere 100 cl di olio;
  • miscela al 5%: ogni litro di benzina bisogna aggiungere 50 cl di olio, quindi per 5 lt di benzina servono 250 cl (un quarto di litro) di olio.

I Commenti sono chiusi

SLIDESHOW